Buoni dal 1928

Correva l’anno 1928, i giovani fratelli Chiaverini decidono di fondare una piccola impresa per la produzione di marmellate e conserve, appena fuori le mura della città di Firenze.
La frutta veniva selezionata e acquistata dai contadini della zona, portata nelle cucine della neonata azienda familiare e trasformata in marmellate. I contenitori erano piccoli mastelli di legno che venivano disposti in cestini di vimini e trasportati in bicicletta nelle botteghe della città, che a loro volta vendevano il prodotto a peso, nella carta oleata.
Nel 1930 nasce il celebre contenitore di cartone e alluminio che riesce a varcare anche i confini nazionali, grazie all’espansione del commercio fiorentino con esponenti dell’Ambasciata inglese. Dopo qualche anno, le marmellate dei fratelli Chiaverini non sono richieste solo dalle botteghe di alimentari: vengono introdotte le latte da 5 kg per far fronte anche alle richieste delle pasticcerie. Il successo incrementa la produzione; i pentoloni nati per la cottura di frutta e zucchero fanno presto posto ai bollitori progettati dagli stessi fondatori, per essere in grado di raddoppiare la produzione. 
E anche le consegne si evolvono: mentre Federico Fellini gira il film “La Dolce Vita”, i fratelli Chiaverini introducono la Lambretta.
Il laboratorio di Via Locatelli mantiene la sua tradizione manuale e artigianale ma, pian piano, viene trasformato in stabilimento.
Negli anni ’70 viene aperto il reparto interno di ricerca e controllo della qualità, per seguire e monitorare la produzione in tutte le sue fasi.
Sul finire del millennio viene introdotto il vasetto colorato, con apertura a strappo e coperchio salva aroma, uguale nella forma e nel design ma in polipropilene per alimenti, che andrà a sostituire il vecchio contenitore in cartone alluminato degli anni ’30.
Poi l’attenzione alle tendenze e agli orientamenti del mercato, porta la Fratelli Chiaverini ad iniziare la produzione di confetture e marmellate con frutta proveniente da agricoltura biologica. Molta strada è stata fatta in questi 90 anni dai mastelli di legno, ma la qualità è ancora quella delle origini e le ricette sono ancora oggi quelle di famiglia, tramandate di generazione in generazione, per un sapore che è diventato storia. 
bicicletta-chiaverini

Chiaverini Firenze S.r.l. Via Dante Alighieri, 60 - 50041 Calenzano - FIRENZE - Tel. +39 055 490328 - P.I. 05856780480

Fratelli Chiaverini & C. © 2018 Tutti i diritti riservati.​​​​

Privacy Policy Cookie Policy